Ciambella all’olio di oliva

E’ nella semplicità delle cose che puoi cogliere le sfumature.

E’ nella semplicità delle cose che alberga la perfezione.

E’ nella semplicità delle cose che si nascondono le inaspettate insidie.

Perché semplice non è banale, perché semplice non è scontato, perché semplice è tutt’altro che semplice.

E io adoro le cose semplici. Adoro tutto ciò che è fatto di poche cose. Cose semplici e sorprendenti.

Questa ciambella all’olio di oliva lo è. Sorprendentemente morbida e leggera. Semplicemente buona.

ciambella olio di oliva

INGREDIENTI

  • 3 uova
  • 150 gr di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 225 gr di farina
  • 1 bustina di lievito
  • 90 gr di latte
  • 60 gr di olio
  • buccia di 1 limone

PREPARAZIONE

  • Monta le uova con lo zucchero e un pizzico di sale con l’aiuto delle fruste elettriche.
  • In un contenitore dotato di beccuccio aggiungi il latte e l’olio e tieni da parte.
  • Aggiungi alla montata di uova parte della farina e diminuendo la velocità delle fruste fai assorbirla al composto, aggiungi a filo i liquidi (l’olio e il latte), la buccia di limone, la restante parte di farina e in ultimo il lievito.
  • Sposta il composto in uno stampo da ciambella.
  • Cuoci in forno statico a 170 gradi per circa 35 minuti.

 

Ciambella rustica di semola con gocce di cioccolato

A volte mi faccio prendere sul serio dal mood country. Il risultato è una ciambella rustica dal “mordente elevato” resa particolarmente piacevole dalla gocce di cioccolato. L’aspetto e la consistenza la rendono una ciambella incredibilmente rustica e il colore giallo ambrato della semola rimacinata donano un aspetto davvero invitante, diverso e unico.

004 ciambella semola

Una ciambella nuova, compatta e buona. Perfetta per l’inzuppo nel latte, nel caffè, nel thè. Le dosi di burro sono davvero contenute (circa 50 gr), perfetta anche se vuoi portarla dietro per il break di metà mattina in ufficio o per la pausa a scuola dei bambini: niente briciole in giro!

003

Io l’ho apprezzata molto, per conservarla basta coprirla con un canovaccio e affettarla al momento del consumo.

INGREDIENTI PER CIAMBELLA RUSTICA DI SEMOLA CON GOCCE DI CIOCCOLATO

  • 300 gr di semola rimacinata
  •  50 gr di burro
  • 3 uova
  • 160 gr di zucchero
  • 1 vasetto di yogurt bianco intero
  • 100 gr di gocce di cioccolato
  • 1 bustina di lievito
  • 1 bustina di vanillina
  • qualche cucchiaio di latte
  • un pizzico di sale

PREPARAZIONE

  • Lascia ammorbidire il burro fuori dal frigo.
  • In una ciotola lavora le uova con lo zucchero e un pizzico di sale, fino a formare un composto gonfio e schiumoso(usa le fruste elettriche o una planetaria).
  • Incorpora la semola in più riprese intervallando con lo yogurt e il latte. Aggiungi il burro ammorbidito, la bustina di vanillina e il lievito setacciato.
  • Amalgama il tutto e raccogli con una spatola con movimenti dall’alto verso il basso la farina che si è poggiata sulle pareti del recipiente.
  • Imburra e infarina uno stampo da ciambella e trasferisci il composto all’interno.
  • Cuoci per i di 25 minuti a 180 gradi, poi altri 15 minuti a 150 gradi.
    Sforna e lascia intiepidire.

 

 

 

 

 

Pizzo Palumbo (ciambella di Pasqua e tradizione)

 

Quando realizzo una nuova ricetta aspetto un po’ prima di pubblicarla. Sono forse un tantino egoista perché prima voglio godermela un po’, non avere l’ansia di scrivere un post.  Sento nei suoi confronti una sorta di rispetto, voglio che viva prima lontano da tanti sguardi.

Penso chissà quante buone ricette sono andate perdute senza che ne rimanesse traccia…Penso chissà quante buone ricette rimangono sconosciute, consumate senza che nessuno le racconti, le scriva, le passi a qualcuno… E poi mi rispondo: fanno parte di una casa ed è naturale che sia cosi.pizzo palumbo michelotta1

Per questo quando scrivo una ricetta, sono convinta di regalare una parte di me e della mia famiglia. Loro vorrebbero rimanere fuori da questo mio progetto, ma ci rientrano per forza -e me ne scuso!- perchè fanno parte di me, delle mie ricette e del mio blog.

Sono stata sempre un pò avversa ai dolci di tradizione. Li trovavo scontati, sempliciotti. Ora riesco a guardarli da un’altra prospettiva…

I dolci della tradizione a casa li fa mamma e io sono felice cosi. Guardarla fare mi rassicura e mi fa pensare che in fondo io sono figlia e lo resterò a vita.

Siete in tempo per preparare il pizzo palumbo, una ciambella pasquale profumata al limone con glassatura e confettini colorati.  Questo è il pizzo palumbo che mangiamo a casa e che da anni accompagna la nostra Pasqua. 

Unica variazione alla tradizione è la glassa all’ acqua, che dimostra tutta la nostra avversione all’uovo, specie se crudo! Per dovere di cronaca, vi dico che la glassatura all’acqua rimane meno bianco ottico di quella reale, ma a noi piace cosi! 🙂

Ricetta utile per 2 ciambelle.

INGREDIENTI PIZZO PALUMBO

per l’impasto

  • 500 gr di farina
  • 400 gr di zucchero
  • 8 uova
  • 2 buste di lievito per dolci
  • 2 bustine di vanillina
  • 1 limone (la buccia grattugiata)
  • 100 gr di latte
  • 50 gr di olio

Per la glassa all’acqua

  • 250 gr di zucchero al velo
  • succo di limone q.b.
  • 4 cucchiai di acqua calda

oppure glassa reale

  • 1 albume
  • 250 gr di zucchero a velo
  • qualche goccia di succo di limone

 

  • confettini colorati q.b.

PREPARAZIONE

  • Imburra ed infarina due stampi da ciambella in alluminio.
  • Preriscalda il forno a 160 gradi.
  • Monta le uova con lo zucchero con un frustino elettrico fin quando diventano spumose. Aggiungi a più riprese la farina alternando con il latte e l’olio, unisci la buccia del limone, la vanillina ed infine le buste di lievito.
  • Versa il composto negli stampi ed inforna per 30 minuti.
  • Nel frattempo prepara la glassa all’acqua: versa lo zucchero in una boule, fai una fontana e aggiungi l’acqua e qualche goccia di succo di limone, comincia a incorporare lo zucchero con l’aiuto di una forchetta fino a formare una glassa densa.
  • Sforna le ciambelle. Aspetta che raffreddino e cospargi con la glassa all’ acqua e decora con i confettini colorati.

 

 

Dopo la gialla, la ciambella castana! (cacao e banana)

ciambella cacao e banana ricetta
Esatto questa ciambella è castana fuori e dentro! E dentro ha una personalità un pò nascosta, ma dal sapore avvolgente e chiaro, solo come le castane sanno essere!

Dopo la gialla, arriva la castana! Per metà al cacao e per metà alla banana!

Qualcuno pensa che le castane siano troppo scontate? La risposta ve la dà la ciambella castana: sembra una semplice ciambella al cacao e invece nasconde tutto il gusto e la carica esotica della banana.

Perfetta per colazione, ho adorato questa versione della ciambella ispirandomi alla ciambella allo yogurt. Compatta, profumata e gustosa è la ciambella ideale per iniziare la giornata. Evviva le castane!!

Ma, si è capito, che sono castana?! 😉

Ingredienti
3 uova
165 gr di zucchero
240 gr di farina
50 gr di cacao amaro
100 gr di burro ammorbidito
160 gr di yogurt (Easy-Yo alla banana)
1 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale

Preparazione

In una ciotola batti con le fruste elettriche le uova e lo zucchero (aggiungi un pizzico di sale), fino a farle diventare bianche e schiumose.

Mischia in una ciotola la farina, il cacao amaro e il lievito.

Aggiungi a piu’ riprese le farine, intervallando con il burro ammorbidito e lo yogurt.

Il composto deve risultare abbastanza denso. Raccogli la farina che si è fermata sulle pareti del recipiente con una spatola e incorporala al composto muovendoti dall’alto verso il basso.

Sposta il composto in uno stampo da ciambella imburrato e infarinato e metti in forno preriscaldato a 160 gradi e cuoci per 40 minuti circa.

Verifica con uno stecchino, la cottura: infilzalo al centro della ciambella, se risulta asciutto, torta è cotta!

Lascia intiepidire, poi sposta la ciambella su una gratella e lascia raffreddare.

Ciambella allo yogurt

ciambella yogurt

Si dice che preparare torte allenti la tensione e sia un ottimo antidoto scacciapensieri.
Io penso che sia vero, a patto però che la ricetta della ciambella allo yogurt venga fuori bene! Altrimenti il rischio è alto, si potrebbe generare doppia tensione.

La ciambella allo yogurt Easy Yo è per me una vera carezza al cuore: quando ho bisogno di volermi bene un pochino di piu’ preparo una ciambella.

Alta, soffice,tonda è il dolce che sa di casa, di affetti, di semplicemente buono. E poi questa ciambella Easi Yo è speciale, perchè le ho affidato una missione portafortuna, o meglio (per utilizzare una terminologia meno scaramantica) una funzione apotropaica (sono in attesa di un colloquio di lavoro che ha a che fare con il giallo!)

La ciambella allo yogurt è un pò come me: formosa, imperfetta, ambiziosa, solare. Il giallo poi è un colore carico, entusiasmante, pieno di sfumature. Mi porterà bene?
ciambella yogurt portabene

Intanto vi lascio la ricetta della ciambella allo yogurt Easi Yo.

Ingredienti

3 uova
160 gr di zucchero
300 gr di farina
100 gr di burro ammorbidito
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito per dolci
150 gr di yogurt (Easi-Yo al naturale)
un pizzico di sale

Preparazione

In una ciotola batti con le fruste elettriche le uova e lo zucchero (aggiungi un pizzico di sale), fino a farle diventare bianche e schiumose.
Aggiungi a piu’ riprese la farina, intervallando con il burro ammorbidito e lo yogurt. Aggiungi anche la bustina di lievito e la vanillina.

Il composto deve risultare abbastanza denso. Raccogli la farina che si è fermata sulle pareti del recipiente con una spatola e incorporala al composto muovendoti dall’alto verso il basso.

Sposta il composto in uno stampo da ciambella imburrato e infarinato e metti in forno preriscaldato a 160 gradi per 35/40 minuti.

Lascia intiepidire, sposta la ciambella su una gratella e lascia raffreddare.

Nota. Ho scoperto Easi Yo un pò di tempo fa, sul canale dello shopping in tv, Qvc (http://www.qvc.it canale 32), ma solo pochi giorni mi sono decisa ad acquistare il kit di partenza: la yogurtiera Easi Yo con le prime due buste di preparato per yogurt Easi Yo al gusto di fragola e al naturale.
Ma a parlare di Easi Yo su QVC, c’è Federica: fantastica, stupenda, meravigliosa come lo yogurt Easi Yo. Devo aggiungere altro?

La mia Fan page Erbacipollina-il blog di Michelotta