Patate hasselback (detto tra noi a fisarmonica!)

Ritorno sul blog per darvi un saluto veloce e non solo di circostanza (hey, è quasi Natale!) e lasciarvi una delle ultime ricettine che ho preparato. Ho pensato che se non sono così poi tanto brava a buttare giù sul blog un vero e proprio menu per il Natale, almeno un’ideuzza di quelle facili, veloci e scenografiche ve la devo proprio.

Più difficile a scriversi che a farsi – le patate hasselback – sono il contorno perfetto per le festività natalizie per portare in tavola il tubero più amato da tutti, in una versione davvero strabiliante: ne vedrete di occhioni incuriositi… 😉

Tanto sono belle, tanto sono buone: una adorabile unione di morbido e croccante e il gusto inconfondibile dell’aglio e del rosmarino rendono davvero uniche queste patate.

Pochi semplici ingredienti e passaggi: bastano patate (e aromi), uno stecchino di legno per spiedini (da inserire longitudinalmente nella patata sarà la vostra linea guida ;)), un coltello ben affilato e un po’ di precisione!

Siete pronti?

IMG_20171203_164041_782

INGREDIENTI PER PATATE HASSALBACK

8 patate medio/piccole

2 spicchi di aglio in camicia

ramoscelli di rosmarino

sale, olio e pepe q.b.

PREPARAZIONE

Sciacqua bene le patate (non servirà sbucciarle). Inserisci nella patata in senso longitudinale a circa un centimetro dalla base uno stecchino. Con un coltello ben affilato incidi la patata con tagli distanziati di pochi millimetri.

Procedi allo stesso modo con il resto delle patate. Spostale in una bacinella affinché perdano l’amido in eccesso.

Con l’aiuto di un pennello spennella bene le patate con l’olio, inserisci tra i tagli ciuffetti di rosmarino, regola di sale e pepe (abbonda pure).

Sposta le patate in una teglia con carta forno, irrora ulteriore olio, aggiungi l’aglio schiacciato e in camicia e metti in forno a 200 gradi per un’ora: le patate risulteranno morbide e con una deliziosa crosticina.

Annunci

Il mio progetto per De Longhi

Che strana entità è il foodblogger! Eppure io adoro il mondo del foodblogging.

Mi piace questa strana forma di “figura” ibrida, che nasce sull’onda di una passione al chiuso di quattro pareti in cucina e poi trasloca su una tastiera gli odori, i sapori, i ricordi di un piatto.

Sognando una casa più bella e grande per Erbacipollina, continuo a sperimentare nuove ricette, nuovi abbinamenti, a ricucire piatti della mia tradizione famigliare e del mio territorio.

E lo faccio con una promessa rivolta a me e a te che mi stai leggendo; e questo vale prima di ogni cosa:

Non farò mai mangiare cose che Michelotta non mangerebbe!

Vi presento 5 delle 10 ricette che ho elaborato per De Longhi, in collaborazione con I Love Italian Food. Ho trasferito l’anima di Erbacipollina nelle preparazioni declinandole nella forma semplice, pura e intrinsecamente genuina in perfetto michelotta style!

E queste ricette sono anche un pò vostre!

SLIDESHOW: pasta mediterranea gratinata, carote arrostite glassate al miele, cipolle gratinate,  polpettine di melanzane con pistacchi, spiedini di gamberi e zucchine.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Segui Erbacipollina su Facebook

Peperoni in padella in agrodolce

Spesso in famiglia mi viene richiesta la ricetta dei peperoni in agrodolce saltati in padella.  E’ una di quelle ricette di cui ne è fiera mia mamma perchè dice di trovarli particolarmente digeribili.

Esatto, l’aggiunta dell’aceto rende “passabile” il peperone e la nota agrodolce ne smorza parecchio il sapore rendendolo un perfetto contorno o uno stuzzicante antipasto. Di solito preparo la padellata di peperoni in agrodolce in anticipo, sposto il contenuto in un barattolo di vetro grande, li compatto bene cosi che immersi completamente nel liquido del condimento si insaporiscano e poi li porto in tavola.

Io li trovo particolarmente buoni il giorno dopo: croccanti, gustosi e saporiti si sposano al massimo con la carne di maiale, con un tagliere di salumi e/o di formaggi stagionati.

Lo zucchero e l’aceto agevolano anche la conservabilità, quindi puoi riporli in frigo per alcuni giorni e non perderanno la freschezza, anzi diventeranno piu’ buoni. Gli ingredienti sono basici, non aggiungo nemmeno erbe aromatiche tanto sono già gustosi di loro.

Dall’aspetto rustico e dai sapori sinceri,  è l’asso nella manica da sfoggiare a chi dice di non digerire assolutamente peperoni…

peperoni in agrodolce

RICETTA PEPERONI IN PADiELLA IN AGRODOLCE

INGREDIENTI

  • 500 gr di peperoni (gialli verdi e rossi) già mondati
  • 4 cucchiai di olio
  • 1 spicchio di aglio
  • sale q.b
  • 2 cucchiai di aceto
  • 1 cucchiaio colmo di zucchero

PREPARAZIONE

  • In una padella capiente riscalda l’olio con lo spicchio di aglio in camicia, aggiungi i peperoni tagliati in falde e farli soffriggere per qualche istante.
  • Regola di sale, incoperchia e cuoci per 8/10 minuti circa a fiamma dolce.
  • Togli il coperchio, alza la fiamma e continua la cottura per altri 5 minuti rimestando spesso.
  • Sfuma con l’aceto, spolvera lo zucchero sui peperoni e spadella per 1 minuto circa (l’olio assumerà un colore simile al caramello).
  • Sposta in un piatto da portata o all’interno di un barattolo di vetro grande. Serviti intiepiditi restituiscono al meglio la nota agrodolce.