Focaccia di pomodoro (impasto con patata)

Sì, scrivo sul blog quando sono ispirata, quando ho una ricetta che mi entusiasma a tal punto da dire “sì, la pubblico”. Questo è il mio nuovo spirito, questo sarà lo spirito che ci accompagnerà qui su Erbacipollina – che per inciso è un nome che mi sta leggermente stretto e mi chiedo cosa mai avrò avuto per la testa quando su milioni di parole la mia scelta è caduta su quei fili di erbetta aromatica???!- 😉

Bene. Su questo tema ritornerò in un altro momento. Chissà.

Intanto impasto. Era davvero da troppo tempo che non lo facevo. Di solito “ricetto” quando il tempo- gli ingredienti-le mie voglie si incastrano; faccio i conti con quello che ho in cucina, con quello che l’orto di casa offre, e così rovisto nella mia mente tra le millemila cose che avrei voglia di preparare e la scelta cade sempre sulle preparazioni più banali, quelle per cui la mia prima esclamazione è “sì, la voglio”.

Non dirò che è una preparazione facile, insomma gli impasti sono davvero una magia anche per me. Diciamo che questa volta il mio numero è riuscito!

FOCACCIA DI POMODORO (CON IMPASTO DI PATATE)

Ingredienti

Per l’impasto:

  • 250 gr di farina
  • 250 gr di semola rimacinata
  • 1 patata media bollita e schiacciata(circa 150-180 gr)
  • 2 cucchiai di olio
  • 300 ml di acqua tiepida
  • 3 gr di lievito secco
  • 1 cucchiaio di sale grosso

per condire: olio extravergine di oliva pugliese, pomodori, sale grosso e origano. A piacimento olive verdi.

focaccia

Procedimento

In una ciotola riunisci le farine e il lievito.

Sciogli un cucchiaio di sale grosso nell’acqua tiepida e versalo sulle farine, cominciando ad impastare con l’aiuto di un cucchiaio. Aggiungi anche la purea di patate. Incorpora l’olio e dai forma all’impasto. Sposta sulla spianatoia e lavora fino a quando non avrai ottenuto un impasto liscio e dalla consistenza morbida.

Dividi in due l’impasto e spostalo in due ciotole. Fai scivolare sui bordi dei contenitori dell’olio e copri con due piatti piani. Fai lievitare fino al raddoppio. (Io direi 6 ore).

Versa 1 cucchiaio di olio sul fondo di una teglia in alluminio, sposta l’impasto lievitato dentro allargandolo con le punta delle dita. Rovescialo e adagialo perfettamente nella teglia.

Condisci con i pomodori (spezzettali con le mani e distribuiscili sull’impasto), spolvera con origano e granelli di sale grosso. Irrora con 3 cucchiai di olio.

Lascia lievitare altri 40 minuti e cuoci in forno alla massima potenza fino a doratura.

Sforna, lascia intiepidire e taglia a fette questa bontà di focaccia di pomodori!

Ripeti l’operazione per l’altra focaccia.

 

Annunci

Panini muffin

Ogni ricetta ha una storia.

Fosse solo per un foglio strappato dal giornale. Fosse solo perchè l’hai vista fare tante di quelle volte dalle mani di tua mamma. Fosse solo perchè è un ricordo di un viaggio.

Il mio foodblog e la mia cucina voglio si riempiano di storie di cucina, di incontri, di chiacchiere, di scambi di ricette. Perchè la cucina di casa è stata sempre cosi: sono state spese migliaia di parole, liste ingredienti appuntate qua e là, foglietti svolazzanti con su scritti passaggi approssimativi. Di tante ricette restano solo fogli, tante altre preparazioni invece sono diventate di famiglia.

Ricette che a volte non sono mie, ma che diventano un pò mie.

E’ la storia dei panini muffin, che ho adorato dalla prima volta che ho visto su Profumi e Sapori dalla mia cucina, una tenera mamma con la passione dei lievitati da cui ho preso la ricetta originale delle “coccole”: un impasto di farina 0 e semola rimacinata, simile ad una focaccia con la quale ROsa realizza questi panini dalla forma di muffin oppure attorcigliati in una splendida rosellina.

008

Io li ho fatti due volte per mettere a punto la ricetta utile per uno stampo da muffin da 12. Li trovo strepitosi, belli da vedere e saporiti, perfetti da farcire con scamorza e affettati.

Puoi personalizzarli come vuoi: con falde di peperoni, con peperoncino fresco, con pezzetti di zucca. In questo caso ho preferito la versione originale con il pomodorino – il picciolo viene utilizzato per un effetto decorativo, quindi non va mangiato!-.

Tolto il picciolo, mangiati caldi e farciti sono goduriosissimi!

 

INGREDIENTI  12 PANINI MUFFIN

  • 160 gr di farina 0
  • 160 gr di semola rimacinata
  • 180 ml di acqua tiepida
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale
  • 2 cucchiai di olio
  • 2 gr di lievito secco

per guarnire:

  • olio, sale grosso, origano q.b.
  • 12 pomodorini pachino

PREPARAZIONE

  • Su una spianatoia forma una fontana con la farina e la semola, unisci anche il lievito secco.
  • In un contenitore aggiungi acqua, olio, sale, zucchero e mescola velocemente.
  • Unisci questo liquido gradualmente alle farine amalgamando gli ingredienti.
  • Una volta che tutto il liquido è stato assorbito, lavora l’impasto energicamente fino a quando non avrà assunto una consistenza liscia (almeno 10 minuti).
  • Sposta l’impasto in una ciotola, spolvera con farina, incidi una croce e lascia lievitare per almeno 2 ore.
  • Riprendi l’impasto, sgonfialo – senza rilavorarlo – e ricava dodici palline strozzandolo in piccoli pezzi con entrambe le mani. Arrotola leggermente e sistema man mano le palline all’interno di uno stampo da muffin oleato generosamente.
  • Lava sotto acqua corrente il rametto di pomodorini, stacca i pomodorini dal rametto con l’aiuto di un paio di forbici e posizionali  al centro – spingendoli nell’impasto – di ciascun panino muffin.
  • Aggiungi origano, cristalli di sale grosso e irrora con abbondante olio.
  • Lascia lievitare per ulteriori 30 minuti.
  • Cuoci in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 20 minuti (posiziona la teglia nella parte centrale).
  • Sforna e mangia!

Focaccine morbide con impasto di patate

Ci sono pomeriggi un pò cosi. Pomeriggi in cui vuoi mettere un punto. In cui vorresti passare al capitolo successivo con la certezza che quello precedente sia definitivamente chiuso.

Devo fare spesso a cazzotti con le mie storie di cucina. E allora oggi ho aperto l’archivio fotoricette e sono risalita al marzo del 2011, quasi quattro anni e mezzo fa. Erbacipollina era già nata, ma non raccontava ricette. L’avevo fatta nascere, ma non volevo crescesse. Ho aperto a caso una cartella, volevo ripercorrere una parte di me, che è legata a doppio filo alla cucina, alle ricette, ai miei ricordi.

focaccina 4

E quella cartella incredibilmente vale più di mille parole. Incredibile come fosse più importante per me fotografare le fasi di preparazione di un impasto piuttosto che la ricetta finale, incredibile come ad accompagnare i miei impasti ci fossero manine che ora sono diventate più grandi, incredibile come quelle ore passate a creare siano ancora impresse dentro di me. Sembrava più importante il prima, il durante e non il dopo. Oggi ho ribaltato la prospettiva.

…Ma sono ricordi morbidi solo in superficie.

Quello che conta è il mio amore incondizionato – ora venuto in luce- per il mondo delle cucina, delle ricette, dei prodotti, di tutto quello che ruota attorno a questo complicato mondo. E non è stato facile. E non è facile.

Di morbido ci sono queste focaccine con impasto di farina tipo 0 e patate. Un impasto incredibile che non può stare fermo in una cartella. Deve vivere e rivivere  attraverso il blog.

INGREDIENTI PER FOCACCINE MORBIDE CON IMPASTO DI PATATE

  • 500 gr di farina 0
  • 100 gr di patata bollita
  • 330 ml di acqua
  • 1/2 cubetto di lievito di birra
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaio di olio di oliva

per guarnire: olio, sale e origano qb

 

PREPARAZIONE

 

In questo caso ho utilizzato la macchina per il pane nella funzione IMPASTO.

  • Metti tutti gli ingredienti nella ciotola, aziona la macchina. Lascia lievitare per il tempo indicato dalla stessa funzione. (Se non usi una macchina per impastare procedi come per un comune impasto, dunque lascia lievitare per circa due ore.)
  • Riprendi l’impasto, spostalo su una spianatoia e forma 10 palline. Lascia lievitare per ulteriori 15 minuti.
  • Rivesti una leccarda con la carta forno.
  • Stendi ciascuna pallina in una focaccina schiacciandola con le mani e spostale man mano sulla leccarda.
  • Guarnisci con un filo di olio, granelli di sale e origano e cuoci per circa 20 minuti a 220 gradi.

Focaccia con l’uva

Ci sono volte in cui mi innamoro delle forme, dei colori e profumi delle cose. Mi fermo, le ammiro, le scruto. E mi domando se sono solo cose.

Un grappolo di uva. Cosa vuoi che sia un grappolo di uva?

uva 2

E’ incredibile la bellezza che ci offre la natura e quella mattina – alla vista di questo grappolo d’uva- sono arrivata a dire che “mangiamo bellezza”. Pensieri belli che si accavallano a mille altri pensieri. Riguardo questo grappolo e inevitabilmente l’occhio si ferma sugli acini raggrinziti, sulla eterogeneità del colore, sull’opacità di un frutto che non è stato ancora lavato. Ma a me piace cosi. Mi piace con le sue imperfezioni. Mi piace perchè è vero.

Ho da sempre adorato la natura morta – c’ho scritto pure la mia tesi di laurea-  perchè oltre ad essere un genere che celebra in maniera sorprendente gli oggetti comuni – elevandoli allo status di arte- nasconde una simbologia legata alla temporaneità e transitorietà delle cose.

In realtà, anche questo grappolo è stato solo di passaggio. Si è spostato amorevolmente su una base di focaccia e si è ricoperto di piccoli granellini di zucchero.

INGREDIENTI PER LA FOCACCIA CON L’UVA

focaccia con l'uva

  • 300 gr di farina
  • 180/200 ml di acqua
  • 2 gr di lievito disidratato
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • un pizzico di sale
  • 2 cucchiai di olio
  • 250 gr di acini di uva nera da vino
  • 2 cucchiai di zucchero
  • olio q.b.

focaccia con l'uva

PREPARAZIONE

Prepara l’impasto: in una ciotola unisci la farina e il lievito, aggiungi l’acqua, l’olio, lo zucchero, un pizzico di sale e rivoltando il composto con una mano forma un impasto piuttosto morbido, ma liscio al tatto. Dovrai lavorare l’impasto per circa 10 minuti.

Aggiungi un filo di olio lungo i bordi della ciotola, spolvera un pò di farina e chiudi con pellicola a contatto.

Sposta in frigorifero per circa 8 ore.

Raccogli gli acini di uva, sciacquali e asciugali.

Riprendi l’impasto dal frigo (in modo che possa ritornare a temperatura ambiente), sgonfialo e lavoralo velocemente.

Spostalo in una teglia oleata e stendi l’impasto allargandolo con le mani.

Aggiungi sull’impasto gli acini di uva premendoli un pò, cospargi con lo zucchero, irrora con un filo di olio e lascia riposare per 20 minuti prima di mettere in forno a cuocere per 30/40 minuti a 180 gradi.

L’effetto deve essere una crosticina dorata, l’uva leggermente schiacciata e base soffice e alta.

Focaccia all'uva

Buona focaccia a tutti! 🙂

Focaccia di fave (soffice, soffice)

Qualche post fa tra una riflessione e un’altra -a cui se ne sono aggiunte ancora- avevo annunciato la ricetta della focaccia di fave, poi di mezzo si è messa una seppia al sugo.

In realtà la stagione delle fave sta volgendo al termine, ma siete ancora in tempo per preparare questa sfiziosa focaccia, la cui ricetta è quasi una doppiatura della focaccia rustica di fave della collezione Il meglio di Sale e Pepe “Pizze, Focacce e torte salate”.

Piccolissime variazioni (come la dose di lievito, la sostituzione dello scalogno con la cipolla, piccoli cambiamenti al procedimento e ai tempi di cottura) che non giustificano l’attribuzione di proprietà della ricetta.focaccia fave e prosciutto

Ho pensato che questa base è perfetta anche solo guarnendola con del pomodorino fresco -sicuramente la farò una prova- o sostituendo per esempio le fave con i piselli. Ad ogni modo è una ricetta che vale la pena di provare, perchè il successo è garantito. Amerete la consistenza soffice e morbida, il gusto delicato, l’aspetto delizioso e la leggerezza dell’impasto. Perfetta da farcire…io non ho resistito e un pezzo di focaccia con le fave l’ho farcito con del prosciutto, qualcuno mi ha suggerito con della pancetta, ma non sarebbe da sottovalutare del capocollo e del pecorino…

focaccia di fave

focaccia di fave

Ingredienti

  • 500 gr di farina 00
  • 280 ml ca di acqua tiepida
  • 1/2 cubetto di lievito di birra fresco
  • 200/250 gr di fave decorticate
  • 1 cipolla
  • 1/2 cucchiaio di sale
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • olio di oliva q.b.
  • sale
  • pepe
  • per l’emulsione: 3 cucchiai di acqua e 4 cucchiai di olio

Preparazione

Sgrana le fave e scottale per qualche minuto in acqua bollente. Scolale e versale in una bacinella con acqua fredda. Scolale nuovamente e togli la pellicina.

Riduci la cipolla in piccoli dadini e stufala con 1 cucchiaio di olio in una padella -aggiungendo dell’acqua-, unisci le fave e fai insaporire.

Versa in una boule dell’acqua tiepida, aggiungi il lievito di birra e con le mani scioglilo, unisci anche lo zucchero. Versa la farina in piu’ riprese amalgamando, aggiungi il sale e 3 cucchiai di olio e continua a impastare lavorando con una mano: il composto risulta abbastanza morbido. A questo punto unisci il composto di fave e cipolla e impasta bene. E’ utile spostarti su una spianatoia infarinata per definire l’impasto che deve risultare una palla liscia ed elastica.

Sposta il composto nella boule, fai un taglio a croce e copri con una pellicola. Fai riposare per almeno 2 ore.

Riprendi l’impasto, sgonfialo e spostalo in una teglia da forno leggermente oleata. Stendilo con le mani in una sfoglia uniforme premendo con le dita come a formare delle fossette. Copri nuovamente con un telo e lascia lievitare per 1/0ra.

Prepara l’emulsione con acqua e olio e versala sulla focaccia.

Inforna per 1/2 ora a 200 gradi in forno preriscaldato e statico (se la superficie non dovesse colorirsi troppo, aziona qualche istante il grill)

Sforna e lascia intiepidire.

focaccia con cipolle

 

Per chi fosse rientrato ora a casa e avesse voglia di pizza e non volesse andare a comprare l’impasto gia’ bello e fatto io consiglio questa ricetta che non richiede i tempi lunghi di una levitazione canonica, ma che vi assicuro sara’ molto apprezzata.

Ingredienti per 4/5 persone

700 gr di farina

mezzo cucchiaio di sale

1 cucchiaino di zucchero

una bustina di lievito di birra disidratato 7 gr

350 ml di acqua

40 gr di burro

3 cipolle rosse grandi

4 cucchiaini di capperi

Cominciamo a mettere le mani in pasta?

In una ciotola versa la farina, e il lievito disidratato ( ti assicuro che non e’ necessario scioglierlo in acqua), unisci lo zucchero e il burro ammorbito e comincia a impastare aiutandonti con un cucchiaio di legno versando dell’acqua.

Aggiungi il sale.

Lavora l’impasto accuratamente spostandolo su un piano di lavoro sino ad ottenere una pasta di media consistenza.

Lascia riposare l’impasto in luogo  tiepido, coperto o unto d’olio per circa 15 minuti.

Spennella una teglia con cucchiaio di olio e trascorso il tempo stendivi l’impasto tirandolo leggermente con i polpastrelli fino ad accomodarlo.

Nel frattempo affetta le cipolle, e disponile sulla focaccia e guarnisci con un paio di cucchiaini di capperi. Salare e versare un giro abbondante d’olio.

Inforna a 220 gradi in forno ventilato per circa 20 minuti.

La dose consigliata vi permettera’ di realizzare due teglie di focaccia, che potrete accompagnare con del salame a vostro piacimento. Se siete amanti dei sapori gustosi potete aggiungere anche delle alici sott’olio o delle olive.