Biscotti al cocco (Honest Christmas cookies)

Un progetto nato al volo: una mail e l’invito a biscottare.

16 ricette di biscotti targate Honest Cooking che potrete leggere qui e scaricare in un comodo ebook solo dopo esservi iscritti alla newsletter di HC (avete tempo fino al 24 dicembre!)

16 blogger per 16 ricette di biscotti, 1 stampo furbo Dmail e con dentro il Natale.

Su Dmail -idee utili e introvabili- trovi davvero un mondo idee alla portata di un clic!

15397684_10211033066563327_424046613_o

Non potevo certo rifiutare. Ho fatto il conto con quello che avevo in dispensa, ho realizzato che c’era una ricetta su un piccolo libretto di ricette per Natale che aspettava di essere trasformata in candidi e gustosi biscotti e mi sono detta è arrivato il momento giusto.

Sono nati  così i miei biscotti del Natale: deliziosi biscotti con una frolla al cocco, delicati e amorevoli, sono perfetti da accompagnare con una cioccolata calda, un thè o una tisana, da conservare in una latta a tema natalizio e tenere a portata di mano per allietare dolcemente i giorni di festa.

DSC06132 (2).JPG

INGREDIENTI BISCOTTI AL COCCO 

  • 275 gr di farina
  • 150 gr di farina di cocco
  • 125 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 150 gr di burro freddo a pezzetti
  • un pizzico di sale
  • 8 gr di lievito per dolci

biscotti honest.jpg

PREPARAZIONE

Unisci in una ciotola la farina, la farina di cocco, il lievito e un pizzico di sale. Aggiungi il burro a pezzetti e lavora il composto con le mani formando delle briciole. Aggiungi 2 uova e lavora il composto fino a formare un panetto.
Sposta il panetto fra due fogli di carta forno (e spolvera ulteriore farina di cocco) e con l’aiuto di un matterello stendilo in un rettangolo.
Elimina il foglio di carta forno e sistema al di sopra della frolla lo stampo esercitando una leggera pressione, ripassa con un matterello. Sposta i biscottini su una leccarda ricoperta con carta forno.
Cuoci i biscotti al cocco per 10/12 minuti a 170 gradi.
Sposta su una gratella e lasciali raffreddare.

Crostata all’albicocca (come quella della pasticceria)

Ahi ahi! Stavolta rientrare sul blog mi è costata fatica (dopo che ho fermato la pubblicazione per quasi due mesi e nemmeno avevo un programma preciso sul quando rientrare). Lo so, non si fa. E’ che non sempre mi è chiara la direzione, divisa ogni volta se questa “cosa” delle ricette mi ruba troppo tempo rispetto alle “cose” più serie. Ci sono i social da seguire, c’è  il tempo da dedicare all’aggiornamento, le foto, la post produzione (il minimo), la stesura del post e principalmente le prove in cucina.

Sono stata ferma sul blog e  quasi fermi i fuochi della mia cucina. Eppure mille ricette hanno attraversato i miei pensieri, solleticato il mio palato, deliziato le mie papille.

Durante l’estate ho preparato piatti veloci (acqua sale, panzanelle, bruschette, tante insalate, piade pizza (che sono la mia ossessione!), fatto una sola parmigiana (e questo la dice lunga).

Non è un calo di passione, né svogliatezza, né pigrizia.

Io amo profondamente questo mondo e il tempo che sta passando vorrei mi servisse per comprendere bene la forma che voglio dargli.

Una forma mia: unica, vera, riconoscibile.

Intanto  concentriamoci sulle ricette!  Le adoro, nonostante tutto. Adoro quelle buone, che non siano un mero trend, quelle per cui non vedi l’ora di rifarle all’infinito. Erbacipollina nasce per questo. Per appuntare quello che mi piace.

 

Puoi rifare la ricetta ad occhi chiusi, perché dentro c’è la mia e la vostra fiducia. Io parto sempre da qui.

crostat

E stavolta sono partita da Pellegrino Artusi per la ricetta della crostata alla confettura di albicocche, buona e con una grana finissima, come quella della pasticceria. Ho ritoccato di poco la ricetta per esigenze pratiche arrotondando per eccesso i quantitativi).

Lo so, non si fa. (Pellegrino non si tocca!)

Però l’ho fatto e la crostata è meravigliosa!

INGREDIENTI per una tortiera di 24/26 cm di diametro 

  • 300 gr di farina
  • 150 gr di burro
  • 125 gr di zucchero al velo
  • 4 tuorli
  • buccia di arancia o limone (io ho usato ovviamente il limone)
  • 360 gr di confettura di albicocca

PREPARAZIONE

  • Metti in una ciotola la farina setacciata, aggiungi il burro a pezzi e forma una sabbia fine, aggiungi lo zucchero, la buccia di limone,  i tuorli leggermente sbattuti.
  • Lavora con una mano agendo con un movimento rotatorio, vedrai l’impasto staccarsi dalle pareti, a quel punto fermati (l’impasto risulterà abbastanza morbido).
  • Sposta la frolla su un foglio di carta forno e metti in frigo per un’ ora almeno.
  • Riprendi la frolla e stendila con un matterello e sposta il disco in una tortiera ben infarinata e imburrata (qualcuno  dice che non serve, tanto dentro c’è già burro), rifila i bordi.
  • Rimpasta i ritagli di frolla e ricava con un coppapasta  a forma di cuoricino 11 biscottini.
  • Distribuisci uniformemente la confettura, sistema le formine di frolla sulla superficie
  • Sposta in forno preriscaldato a 180 gradi per 35 minuti o fino ad una leggera doratura.

Linzer torte

E’ una crostata. Ma è più di una crostata.

Una friabile frolla di mandorle accoglie una confettura da un colore carico, vivo e fresco, che si farà perdonare nel gusto molto acidulo del lampone.

La Linzer torte è un dolce di origini austriache, in alcune versioni si trovano nocciole nella frolla e confettura di ribes nel ripieno, io ho scelto l’abbinamento mandorle/lampone. Ad ogni modo la frolla ha una equilibrata aromatizzazione al limone e cannella, che in combinazione alla granulosità della mandorla, la rendono una frolla speciale e nuova.

linzer

Le crostate mi piacciono.

Mi piacciono le griglie, anche un pò imperfette.

Sono la cosa che guardo per prima: mi suggeriscono se l’hai fatta di fretta, se  hai arrotolato le striscie recuperando l’impasto, se sei una perfezionista, se ti senti creativa.

Io ho passato fasi di griglie da aspirante perfezionista, per arrendermi al fatto che in fondo mi diverte un sacco arrotolare l’impasto sul tagliere e disporre quei rotolini un pò imperfetti che conservano la traccia dei miei palmi.

E mi sono arresa al fatto che ogni volta mi viene una griglia diversa. E’ quasi umorale: stavolta la vedo quasi timorosa, come con i piedi in fallo…

INGREDIENTI LINZER (22 cm di diametro)

  • 150 gr di farina 00
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • 50 gr di mandorle macinate
  • 50 gr di zucchero semolato
  • 2 cucchiaini di scorza di limone grattugiata
  • 75 gr di burro
  • 1 uovo intero
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 2 gr di lievito per dolci
  • 1 barattolo di confettura di lamponi Rigoni di Asiago
  • 1 tuorlo + 1 cucchiaio di zucchero al velo per spennellare

PREPARAZIONE

  • Metti nel mixer la farina e aggiungi il burro a pezzetti. Metti in azione e riduci in un composto sabbioso.
  • Aggiungi la cannella, la buccia e il succo di  limone, le mandorle, il lievito e in ultimo unisci l’uovo, frulla per qualche istante.
  • Raccogli il composto, trasferiscilo sulla spianatoia infarinata e lavoralo velocemente a formare una palla. Copri con pellicola e metti in frigo per 1/2  o per ridurre i tempi bastano meno di 10 minuti in freezer (io faccio cosi!).
  • Imburra bene una teglia e infarinala, scuotendo dalla farina in eccesso.
  • Riprendi l’impasto e stendilo in una sfoglia che trasferirai nella teglia. Elimina l’eccesso della sfoglia e ricompatta quell’impasto per formare la griglia.
  • Stendi in uno strato uniforme la confettura, definisci la griglia della linzer e spennella la superficie con l’uovo e lo zucchero a velo.
  • Cuoci in forno preriscaldato a 180 gradi per 25 minuti.
  • Sforna, lascia intiepidire e servi con panna montata o scaglie di cioccolato bianco.

 

Frolla al cacao (macchinine e motociclette incorporate!)

frolla al cacao 1

 

frolla al cacao 2

Ho imparato a muovermi tra il serio e il faceto. Cosi mi verrebbe da definire la ricetta della frolla  di oggi: un pò seria e un pò faceta!

La frolla per me è una cosa seria. La frolla, come dice un famoso pasticciere deve essere croccante e non friabile. Un’alchimia perfetta tra farina burro zucchero e uova diventa la base per le piu’ disparate farciture. Se poi a quel miscuglio di ingredienti si aggiunge il cacao, un’altra magia è fatta: colore e nuovo sapore reinventano la base piu’ amata per le crostate homemade.

La frolla per me è una cosa seria. Perchè quando la preparo vengo trasportata nel sentiero delle cose belle, di quelle cose che sanno di buono, profumano di buono.

La frolla per me è una cosa seria. Perchè la preparo raramente e solo in occasioni speciali.

Non voglio intristirmi(vi) con queste parole che suonano con troppa severità. Gli umori (mi) cambiano quando tra le mani ho dei tagliabiscotti, come per incanto si annullano i pensieri profondi e divento una bambina nel paese dei balocchi! Lo trovo veramente un esercizio acchiappa-buonumore!

Ho pensato di unire una frolla al cacao dal sapore intenso ad una confettura di frutti di bosco, rendendola frizzante con dei simpaticissimi biscottini a forma di macchinine e motociclette che affondano nella marmellata. Un’idea originale e insolita per un compleanno, e non solo del vostro bimbo…io l’ho preparata per mio fratello, che proprio bimbo non è!

Allora si parte con la ricetta della crostata al cacao con frutti di bosco e macchinine e motociclette incorporate BRUM BRUMMMM!! (ecco il mio lato superfaceto!)

Ingredienti per la pasta frolla al cacao

300 gr di farina

50 gr di cacao amaro

100 gr di zucchero

150 gr di burro

1 uovo intero e 2 tuorli

1 bustina di vanillina

1/2 bustina di lievito per dolci

 

1 vasetto di confettura di frutti di bosco (o albicocche, arance, ciliegie)

granella di nocciole, zucchero semolato q.

 

Preparazione

Setaccia le farine, il lievito e la vanillina.

Metti in un mixer o in una ciotola le polveri, aggiungi lo zucchero e il burro e forma un composto granuloso, poi aggiungi le uova e lavora velocemente fino a formare una palla.

Avvolgi la frolla al cacao nella pellicola e metti in frigo per almeno 1/2 ora.

Riprendi la pasta, poggiala sulla spianatoia infarinata e stendi dapprima i 2/3 di impasto (lasciandone da parte 1/3 circa per la striscie e i biscottini).

Preriscalda il forno a 180 gradi.

Sposta la frolla sul fondo di uno stampo. Stendi la restante parte dell’impasto, ricava le striscioline.

Distribuisci la confettura di frutti di bosco sul fondo della crostata e sistema la griglia.

frolla al cacao con confettura

frolla con le strisce

Metti in forno per 20 minuti circa.

Impasta velocemente i ricavi di frolla al cacao, stendi nuovamente con un matterello e infarinando i tagliabiscotti ritaglia la frolla a forma di macchinina e motocicletta. Sistema granelli di zucchero o granella di nocciole e inforna  a 180 gradi per 10 minuti.

GUARDINI- I MEZZI DI TRASPORTO

 

Fai raffreddare sia la crostata che i biscotti e poi decora a piacere!

frolla finita