Strudel di mele con frolla

Ci sono ricette che mi spiazzano nella loro purezza di sapori: è lo strudel di mele con frolla. Un’ aura di delicatezza si combina all’aspetto dolcemente rustico, una commistione di generi che rendono speciale questo dolce alle mele.

Siamo abituati a conoscere lo strudel nella versione con un impasto simile ad una sfoglia, (qui l’ho fatto nella versione di Pellegrino Artusi) o nelle dinamiche salva-tempo un po’ tutti ricorriamo alle sfoglie già pronte, ma questa declinazione dello strudel di mele con frolla resta davvero sorprendente e in assoluto la mia preferita.

strudel di mele con frolla

Ho approfittato del post di Monica di Un biscotto al giorno, per rubare un po’ della magia che lei ha vissuto qualche giorno fa in un maso con tanto di preparazione dello strudel di mele dell’Alto Adige nella versione frolla.

Vado al sodo con la ricetta (ci sono alcune mie modifiche -non significative-)!

INGREDIENTI STRUDEL DI MELE CON FROLLA

  • 125 gr di burro
  • 125 gr di zucchero
  • parte bacca di vaniglia, solo i semi
  • 1 uovo grande
  • 250 gr di farina
  • 4 gr di lievito
  • un pizzico di sale
  • 5 gr di pangrattato

 

  • Per il ripieno: 3 mele, 1 cucchiaio di uvetta, 1 cucchiaio di zucchero, 1/2 cucchaino di cannella, buccia di limone

 

  • zucchero al velo per spolverare

PREPARAZIONE

In una ciotola versa la farina, unisci il burro freddo tagliato a pezzetti e lavorando con la punta della dita forma un composto simile alla sabbia. Unisci l’uovo, lo zucchero, i semini di vaniglia, il sale, il lievito e impasta fino ad ottenere un composto omogeneo.

Sposta la frolla su una spianatoia leggermente infarinata e lavora fino a formare una palla, avvolgila in un foglio di carta forno e metti in frigo a rassodare.

(Ho eliminato rispetto alla ricetta originale il latte preferendo utilizzare un uovo grande ed ho eliminato la scorza del limone utilizzandola invece nel ripieno di mele).

Nel frattempo affetta sottilmente le mele (devono essere quasi trasparenti!) e spostale in una ciotola. Aggiungi un cucchiaio di zucchero, la cannella, la buccia di limone e l’uvetta precedentemente ammollata e strizzata in acqua tiepida. Mescola con un cucchiaio e lascia riposare.

(Io ho utilizzato mele rosse e delle mele limoncelle, che hanno dato un umore davvero speciale al ripieno! ;))

Riprendi la frolla, stendila (sulla stessa carta forno) con l’aiuto di un matterello in una sfoglia rettangolare, spolvera il pangrattato sull’intera superficie e rovescia il composto di mele al di sopra. (Appiattisci delicatamente le mele al fine di formare uno strato uniforme).

Partendo dall’alto della sfoglia forma un rotolo, chiudi bene ai lati e fai aderire bene, in modo che il ripieno non fuoriesca in cottura.

Sposta lo strudel su una leccarda e cuoci in forno a 180 gradi fino a doratura (circa 35 minuti).

Sforna, lascia intiepidire e spolvera con zucchero al velo.

Puoi servire lo strudel con della panna montata o della crema pasticciera! 😉

 

Annunci

Crostata all’albicocca (come quella della pasticceria)

Ahi ahi! Stavolta rientrare sul blog mi è costata fatica (dopo che ho fermato la pubblicazione per quasi due mesi e nemmeno avevo un programma preciso sul quando rientrare). Lo so, non si fa. E’ che non sempre mi è chiara la direzione, divisa ogni volta se questa “cosa” delle ricette mi ruba troppo tempo rispetto alle “cose” più serie. Ci sono i social da seguire, c’è  il tempo da dedicare all’aggiornamento, le foto, la post produzione (il minimo), la stesura del post e principalmente le prove in cucina.

Sono stata ferma sul blog e  quasi fermi i fuochi della mia cucina. Eppure mille ricette hanno attraversato i miei pensieri, solleticato il mio palato, deliziato le mie papille.

Durante l’estate ho preparato piatti veloci (acqua sale, panzanelle, bruschette, tante insalate, piade pizza (che sono la mia ossessione!), fatto una sola parmigiana (e questo la dice lunga).

Non è un calo di passione, né svogliatezza, né pigrizia.

Io amo profondamente questo mondo e il tempo che sta passando vorrei mi servisse per comprendere bene la forma che voglio dargli.

Una forma mia: unica, vera, riconoscibile.

Intanto  concentriamoci sulle ricette!  Le adoro, nonostante tutto. Adoro quelle buone, che non siano un mero trend, quelle per cui non vedi l’ora di rifarle all’infinito. Erbacipollina nasce per questo. Per appuntare quello che mi piace.

 

Puoi rifare la ricetta ad occhi chiusi, perché dentro c’è la mia e la vostra fiducia. Io parto sempre da qui.

crostat

E stavolta sono partita da Pellegrino Artusi per la ricetta della crostata alla confettura di albicocche, buona e con una grana finissima, come quella della pasticceria. Ho ritoccato di poco la ricetta per esigenze pratiche arrotondando per eccesso i quantitativi).

Lo so, non si fa. (Pellegrino non si tocca!)

Però l’ho fatto e la crostata è meravigliosa!

INGREDIENTI per una tortiera di 24/26 cm di diametro 

  • 300 gr di farina
  • 150 gr di burro
  • 125 gr di zucchero al velo
  • 4 tuorli
  • buccia di arancia o limone (io ho usato ovviamente il limone)
  • 360 gr di confettura di albicocca

PREPARAZIONE

  • Metti in una ciotola la farina setacciata, aggiungi il burro a pezzi e forma una sabbia fine, aggiungi lo zucchero, la buccia di limone,  i tuorli leggermente sbattuti.
  • Lavora con una mano agendo con un movimento rotatorio, vedrai l’impasto staccarsi dalle pareti, a quel punto fermati (l’impasto risulterà abbastanza morbido).
  • Sposta la frolla su un foglio di carta forno e metti in frigo per un’ ora almeno.
  • Riprendi la frolla e stendila con un matterello e sposta il disco in una tortiera ben infarinata e imburrata (qualcuno  dice che non serve, tanto dentro c’è già burro), rifila i bordi.
  • Rimpasta i ritagli di frolla e ricava con un coppapasta  a forma di cuoricino 11 biscottini.
  • Distribuisci uniformemente la confettura, sistema le formine di frolla sulla superficie
  • Sposta in forno preriscaldato a 180 gradi per 35 minuti o fino ad una leggera doratura.

Linzer torte

E’ una crostata. Ma è più di una crostata.

Una friabile frolla di mandorle accoglie una confettura da un colore carico, vivo e fresco, che si farà perdonare nel gusto molto acidulo del lampone.

La Linzer torte è un dolce di origini austriache, in alcune versioni si trovano nocciole nella frolla e confettura di ribes nel ripieno, io ho scelto l’abbinamento mandorle/lampone. Ad ogni modo la frolla ha una equilibrata aromatizzazione al limone e cannella, che in combinazione alla granulosità della mandorla, la rendono una frolla speciale e nuova.

linzer

Le crostate mi piacciono.

Mi piacciono le griglie, anche un pò imperfette.

Sono la cosa che guardo per prima: mi suggeriscono se l’hai fatta di fretta, se  hai arrotolato le striscie recuperando l’impasto, se sei una perfezionista, se ti senti creativa.

Io ho passato fasi di griglie da aspirante perfezionista, per arrendermi al fatto che in fondo mi diverte un sacco arrotolare l’impasto sul tagliere e disporre quei rotolini un pò imperfetti che conservano la traccia dei miei palmi.

E mi sono arresa al fatto che ogni volta mi viene una griglia diversa. E’ quasi umorale: stavolta la vedo quasi timorosa, come con i piedi in fallo…

INGREDIENTI LINZER (22 cm di diametro)

  • 150 gr di farina 00
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • 50 gr di mandorle macinate
  • 50 gr di zucchero semolato
  • 2 cucchiaini di scorza di limone grattugiata
  • 75 gr di burro
  • 1 uovo intero
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 2 gr di lievito per dolci
  • 1 barattolo di confettura di lamponi Rigoni di Asiago
  • 1 tuorlo + 1 cucchiaio di zucchero al velo per spennellare

PREPARAZIONE

  • Metti nel mixer la farina e aggiungi il burro a pezzetti. Metti in azione e riduci in un composto sabbioso.
  • Aggiungi la cannella, la buccia e il succo di  limone, le mandorle, il lievito e in ultimo unisci l’uovo, frulla per qualche istante.
  • Raccogli il composto, trasferiscilo sulla spianatoia infarinata e lavoralo velocemente a formare una palla. Copri con pellicola e metti in frigo per 1/2  o per ridurre i tempi bastano meno di 10 minuti in freezer (io faccio cosi!).
  • Imburra bene una teglia e infarinala, scuotendo dalla farina in eccesso.
  • Riprendi l’impasto e stendilo in una sfoglia che trasferirai nella teglia. Elimina l’eccesso della sfoglia e ricompatta quell’impasto per formare la griglia.
  • Stendi in uno strato uniforme la confettura, definisci la griglia della linzer e spennella la superficie con l’uovo e lo zucchero a velo.
  • Cuoci in forno preriscaldato a 180 gradi per 25 minuti.
  • Sforna, lascia intiepidire e servi con panna montata o scaglie di cioccolato bianco.

 

Crostata ricotta e marmellata (cuori e stelle per la festa della mamma)

Era da tempo che volevo unire due foodblogger che mi piacciono tanto: ChiaraPassion e Robysushi.

Chiarapassion mi piace perchè è un pò una fatina del food: tutto ciò che lei tocca diventa estremamente fashion di gusto. Vogliamo parlare dei cuoricini sulle crostate? Vogliamo parlare della sponge cake? Della camy-cream? Robysushi mi piace perchè è una fonte inesauribile di idee. Vi dice niente la sua rubrica 5 ingredienti in 5 mosse? Lei è una stacanovista del food. Una stellina del food. Quasi non riesco a starle dietro sui canali social.

Allora ho pensato di unirle e di mettermi in mezzo pure io. Preparo una crostata cuoriciosa barra stellata, rubando l’idea a Chiarapassion, e la riempio con un abbinamento che ho rubato a Robysushi. La fusione è di quelle che meritano un 10 e lode.

Per la crostata ho utilizzato il classico impasto della crostata -per intenderci quello che uso per la crostata alla nutella-, per la farcia un abbinamento gustosissimo con ricotta lavorata con zucchero e cannella e una confettura di frutti di bosco.
Vi dico solo che è crostata troppo buona. Non l’ho preparata per la festa della mamma, ma è perfetta per la festa della mamma!
Segui la ricetta della crostata ricotta e marmellata.

Ingredienti
300 gr di farina
150 gr di zucchero
150 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente
1 uovo
1 tuorlo
1 pizzico di bicarbonato

250 gr di ricotta
125 gr di zucchero
cannella q.b.
200 gr di confettura di frutti di bosco

crostata ricotta e marmellata
Preparazione

Versa in una ciotola la farina setacciata. Incorpora i tocchetti di burro e comincia a lavorare l’impasto formando dei grumi lavorando con le punte delle dita.

Rompi in una piccola ciotola l’uovo e il tuorlo e battili leggermente con l’aiuto di una forchetta.

Ingloba l’uovo all’impasto, aggiungi lo zucchero, un pizzico di bicarbonato e amalgama gli ingredienti. Quando gli ingredienti saranno bene inglobati, sposta il composto su una spianatoia e lavora velocemente a formare un composto omogeneo (ti è stato piu’ volte ricordato di non lavorare troppo l’impasto, altrimenti il burro scioglie!)

Impacchetta la tua palla nella pellicola trasparente e mettila in frigo per almeno 1/2 ora.

Lavora la ricotta con lo zucchero, aggiungi cannella a piacere e tieni da parte.

Riprendi l’impasto, dividilo in due. Stendi in una sfoglia e spostala in uno stampo imburrato e infarinato. Stendi l’altra parte della sfoglia e ricava con due tagliabiscotti cuori e stelle.

Farcisci la crostata: spalma sul fondo la marmellata e livella con un cucchiaio, distribuisci la ricotta e livellala bene con una spatola.

Decora la crostata posizionando i cuori lungo il bordo della crostata e al centro i ritagli a forma di stella.
Cuoci in forno preriscaldato a 180 gradi per 25 minuti.
Sforna la crostata su una gratella e lascia intiepidire.

Servi e godi l’esplosione di bontà!

note.
Puoi sostituire la confettura con quella che ti piace di piu’: perfetta quella di amarene che si abbina benissimo alla ricotta o per regalare un sapore ancora piu’ fresco usa una marmellata di limone. Preferisci confetture dal gusto piu’ aspro in modo da bilanciare con la ricchezza e la dolcezza della ricotta! 🙂

Crostata con la Nutella (quella vera!)

crostata nutella

I dolci non sono proprio il mio forte!

Ma (a tutto c’è un ma…) cerco di smussare questa mia debolezza con dolci che sono forti di loro. E’ il caso della crostata con la Nutella. Lei non ha bisogno di presentazioni, nè di sosfisticazioni. Lei è la suprema. Lei è la magnifica. Lei è la crostata alla nutella. Punto.

Quando c’è lei, gli occhi si sgranano accompagnati da un mmhhh di sottofondo, ma il sospetto è dietro l’angolo perchè tra quelli dubbiosi barra sospettosi aleggerà l’insidiosa domanda: “ma è nutella, nutella?”

Soddisfazione doppia nel rispondere: SI, NUTELLA, NUTELLA!

Una sorta di crostatina alla nutella in maxi formato, perfetta per colazione o come torta di supporto nei birthday party. Io la trovo fantastica: una frolla friabile e burrosa che sostiene amabilmente la cioccolata alla nocciola piu’ amata da tutti.

Fatemi conoscere qualcuno a cui non piace la crostata alla nutella!!!

Segui la ricetta!

Ingredienti
300 gr di farina
150 gr di zucchero
150 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente
1 uovo
1 tuorlo
1 cucchiaino di lievito in polvere
1 pizzico di sale
300 gr di Nutella

Preparazione

Prendi una ciotola e versaci la farina e un pizzico di sale, aggiungi anche lo zucchero. Incorpora i tocchetti di burro e comincia a lavorare l’impasto formando dei grumi lavorando con le punte delle dita.

Rompi in una piccola ciotola l’uovo e il tuorlo e battili leggermente con l’aiuto di una forchetta.

Ingloba l’uovo all’impasto, aggiungi il lievito e amalgama gli ingredienti. Quando gli ingredienti saranno bene inglobati, sposta il composto su un tagliere e lavora velocemente a formare una palla liscia (ti è stato piu’ volte ricordato di non lavorare troppo l’impasto, altrimenti il burro scioglie!)

Impacchetta la tua palla nella pellicola trasparente e mettila in frigo per almeno 1/2 ora.

Nel frattempo sciogli a bagnomaria la nutella (trucchetto per renderla piu’ fluida: tende a seccare meno in cottura!). Imburra uno stampo di alluminio e tieni da parte.

Riprendi l’impasto. Con un tarocco, tagliala in 3/4 pezzi e rilavorala velocemente a formare nuovamente una palla.

Dividi l’impasto in 2 (uno ti servirà per la base, l’altro per la gratella).

Stendi con l’aiuto di un matterello (aggiungendo farina di supporto) la base della crostata e trasferiscila sul fondo dello stampo, aggiungi la nutella e livella bene.

Forma la gratella della crostata.

Cuoci a 180 gradi in forno preriscaldato per 20/25 minuti.

Sforma la crostata, lasciala raffreddare ed enjoy!