I brownies di Ruth

brownies
Ho adorato il suo libro. Ne rimandavo la fine lettura perchè non volevo lasciarla Ruth. Mancavano pochi capitoli e poi l’avrei salutata. La storia di una bambina, adolescente, donna. Varie tappe di vita attraversate, vissute e costruite attorno alla passione di Ruth: il cibo.

Mi sono sorpresa, spaventata, emozionata a confrontarmi con lei. E tanto di lei parla di me: l’amore per la famiglia, i conflitti, il senso di giustizia e tanto altro. Sullo sfondo tanti cibi, tanti piatti, ricordi e qualche ricetta.

Anche la mia vita è un pò cosi. E se prima dovevo emanciparmene, ora ho acquisito la consapevolezza che l’amore per il cibo è sempre stato una parte di me, fin da piccola. Per me il cibo è sempre stato un prolungamento del nutrimento in senso stretto. Per questo ne parlo. Parlo di cibo e parlo di me.

Oggi, ho deciso di incontrarla Ruth. Preparo i brownies dell’ Artpark di Ruth Reichl.

In verità ero un pò tesa quando aperto la pagina del libro. Volevo a tutti i costi immergermi per un pò nel suo mondo, appropriarmi di un suo momento, conoscerla. Penso di esserci riuscita. E da oggi la ricetta dei brownies, sarà anche un pò mia.

Grazie Ruth.

L’ho trovato un brownie perfetto: leggera e impalpabile crosticina esterna con un cuore morbido e dolcissimo di cioccolato.

Ingredienti

  • 150 gr di burro
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • 2 cucchiaini di essenza liquida di vaniglia
  • 4 uova
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 400 gr di zucchero
  • 120 gr di farina setacciata

Preparazione

Accendete il forno a 200 gradi.

Imburrate e spolverizzate di farina una teglia quadrata con lato di 22 cm circa.

Fate sciogliere a bagnomaria burro e cioccolato. Quando sono fusi, aggiungete la vaniglia e mettete da parte.

Sbattete le uova e il sale con un mixer. Aggiungete lo zucchero e sbattete a velocità alta per una decina di minuti, o finchè l’insieme è bianco. A bassa velocità, unite prima il cioccolato e il burro fusi, poi la farina, fermandovi appena vedete che il composto è omogeneo. Versatelo nella teglia e infornate. Abbassate immediatamente il termostato a 180 gradi e cuocete per 40 minuti.

Non cuoceteli oltre; i brownies devono riuscire morbidi

Quando la pasta si sarà intiepidita, con un coltello affilato tagliatela in dodici quadrati che staccherete dal fondo con una paletta e che potrete consumare quando si saranno del tutto raffreddati.

Note. Io per dovere di onestà, ho preparato la mezza dose. E sono stupendi!

 

 

Cookies al cioccolato

Hai in dispensa le uova di cioccolato, residui golosi delle feste di Pasqua? Immagino di si, ecco allora un modo per riutilizzare il cioccolato, anche quello al latte, in gustosi dolcetti: i cookies.   Tipico dolce della tradizione americana, io l’ho preparato con il bicarbonato per restare fedele alla ricetta originaria americana, potete sbizzarrirvi creando dei cookies giganti per rispettare le grandezze statunitensi (vi assicuro che quelli che ho mangiato io erano dei dischi volanti…!). In ogni caso, piccoli o grandi, vanno infornati e si aspetta che diventino un bel color nocciola, poi sfornati, trasferiti su una gratella a raffreddare e conservati in un contenitore come dei normali biscotti.

Ingredienti

125 gr di burro

50 ml di olio

160 gr di zucchero

200 gr di cioccolato al latte

4 uova

400 gr di farina

2 cucchiaini di bicarbonato

1 bustina di vanillina

Preparazione

Lavora in una ciotola il burro ammorbidito, aggiungi l’olio ed  incorpora lo zucchero, mescola energicamente con una frusta. Aggiungi le 4 uova e gradualmente la farina setacciata, il bicarbonato, la vanillina, il cioccolato ridotto a pezzetti e continua a rimestare fino a quando si forma una palla dalla consistenza morbida, ma non appiccicosa.

Forma delle palline grandi come una noce, ma se vuoi anche più grandi, poi poggiale su una leccarda foderata con carta forno e appiattisci ciascuna premendo con le mani a formare un disco di medio spessore.

Tieni i biscotti realizzati ben distanti, per evitare che gonfiandosi durante la cottura si tocchino tra loro.

Cuoci in forno preriscaldato a 180 gradi per 25 minuti circa.

I cookies al cioccolato devono presentare un colore dal tono nocciola.

Sforna, lascia raffreddare e servi.

Il mio consiglio…se non vuoi aggiungere del bicarbonato aggiungi 2 cucchiaini di lievito per dolci, oppure se hai del cioccolato fondente aggiungi alla preparazione più zucchero.

Ti consiglio di frantumare il cioccolato tra due fogli di carta forno, pestando a più riprese con un batticarne.

Prova a fare questi cookies con il cioccolato di recupero delle feste, poi puoi prepararli per le feste dei piccini…fanno subito party! 

 michelotta erba cipollina