La ricetta delle polpette al ragù

polpette blog.jpg

Quando ho deciso di aprire il blog, non avevo bene in testa come impostarlo, come renderlo unico, differenziarlo dai tanti (troppi, per qualcuno!) foodblog, tant’è che per molto tempo (troppo, forse!) l’ho abbandonato.
Poi in un pomeriggio della scorsa estate è scattata la molla.
Non che avessi trovato l’idea geniale (peccato!), ma la spinta, quella si, di coltivare uno spazio tutto mio c’era. La voglia di curare un blog che parlasse della mia cucina, dei miei pensieri legati alla cucina e delle mie ricette.

Non ho usato strategie, non ho fatto sondaggi di mercato. Ho deciso che il mio foodblog doveva raccontare me e doveva essere il mio altergo in cucina.

Il mio foodblog mi somiglia : smart, capriccioso e divertente!

Si, mi  costituisco al pubblico come “una ladra di polpette“, ricordando le innumerevoli “pesche al volo” nel pentolone delle polpette, accompagnate dal ricordo di ustioni tra palato e lingua. Operazione da “ladra” maldestra , visto che ogni volta venivo beccata da mamma!

Tutti amiamo le polpette. Sanno di casa, di mamme e di nonne. Nel mio caso di zie. Ho mangiato quintali di polpette al ragù da mia zia (Giovanna) e buone come le sue non credo di averle mai mangiate.

Ad ogni modo, anch’io sulla base degli insegnamenti, ho elaborato la ricetta delle mie polpette ad elevato tasso di scarpetta!

INGREDIENTI POLPETTE AL RAGU’

  • 500 gr di carne macinata
  • 30 gr di parmigiano grattugiato
  • 50 gr di mollica di pane pugliese (oppure pancarrè)
  • 150/200 ml di latte
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • prezzemolo tritato q.b.
  • 1 spicchio di aglio a pezzettini
  • olio q.b.per il ragu’di pomodoro:
  • 1 litro di passata di pomodoro
  • 1 carota
  • 1 cipolla bianca
  • 1 spicchio di aglio
  • sale q.b.
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • 4 cucchiai di olio

PREPARAZIONE

1. Versa il latte in una ciotola e metti la mollica di pane sbriciolata in ammollo.

2. Sposta la carne macinata in una boule, aggiungi l’uovo e il tuorlo, l’aglio, il prezzemolo tritato, il parmigiano, unisci anche la mollica di pane ben strizzata dal latte. Regola di sale e pepe e mescola bene tutti gli ingredienti fino a formare un composto morbido ma abbastanza compatto.

3. Forma le polpette. Crea delle palline leggermente schiacciate e disponile su un vassoio. Con questa dose ricavi circa 20 polpette.

4. Nel frattempo prepara il ragù di pomodoro: pela la carota e la cipolla e ricava una dadolata fine.
Aggiungi 4 cucchiai di olio in una casseruola ampia, fai scaldare e inserisci cipolla, carota e l’aglio intero e fai soffriggere, poi aggiungi la passata di pomodoro, regola di sale, aggiungi lo zucchero e lascia andare a fiamma moderata.

5. Riscalda un po’ di olio in una padella ampia e antiaderente,  rosola le polpette da entrambi i lati, calcolando 5 minuti per lato a fiamma dolce o fino a quando non si è formata una bella crosticina dorata.

6. Scola le polpette su carta paglia e poi aggiungile una ad una nella casseruola del ragù e fai cuocere circa 20/25 minuti. Aggiungi acqua calda se la passata risultasse troppo densa.

7. Spegni la fiamma e lascia riposare per 10 minuti prima di servire.

8. Sposta le polpette in un vassoio e irrora con il ragù.

Buone polpette a tutti! 🙂

 

Nella mia top ten, la ricetta della parmigiana di melanzane!

parmigiana 5
Se dovessi stilare una classifica delle ricette che più sento mie, ai primi posti si posizionerebbe la parmigiana di melanzane.

A casa mia è un’istituzione, ai cui vertici assoluti sedeva mia nonna, che preparava quantità industriali di melanzane fritte che poi congelava in sacchetti. Oggi posso dire con assoluto orgoglio che  è stata una precorritrice della tendenza “congelato e pronto all’uso”.

Una tradizione che la nonna ha trasferito a me:  sono io che preparo la parmigiana di melanzane alla pugliese.

Già perché specifico alla pugliese? E’ una parmigiana si fritta, ma le melanzane prevedono un passaggio anche nell’uovo. A completare succulenta scamorza dolce, parmigiano e salsa di pomodoro, che la rendono amorevolmente compatta e infinitamente buona, mi verrebbe da dire #troppobbuona, riprendendo terminologie care agli hashtag di Instagram!

Oggi compio un ulteriore passaggio: consegno al mio blog  Erbacipollina e alla mia comunità virtuale  la ricetta e gli step di preparazione della parmigiana di melanzane.

INGREDIENTI PER PARMIGIANA DI MELANZANE ALLA PUGLIESE
3 melanzane
600 gr di scamorza passita dolce
4 uova
farina q.b.
800 ml di passata di pomodoro
1 spicchio di aglio
sale q.b, olio q.b.
100 gr di parmigiano
1a noce di burro
basilico a piacere

olio di semi e olio extravergine di oliva per friggere

PREPARAZIONE

Lava le melanzane sotto acqua corrente.
Spuntale e tagliale a fette non troppo sottili. Sposta le fette di melanzane in un colapasta, disponendole in strati. Spolvera ciascuno strato con sale fino e lascia riposare per 1 ora almeno.

parmigiana 1

Nel frattempo prepara il sugo di pomodoro, con una base di olio e uno spicchio di aglio.
Affetta la scamorza e tieni da parte.

Prepara due contenitori, uno per la farina, l’altro per l’uovo.

Metti a scaldare l’olio per la frittura.

Asciuga le melanzane con carta assorbente, infarinale e ripassale nell’uovo e friggi in olio abbondante (2/3 di olio di semi, 1/3 di olio extravergine di oliva), da entrambi i lati.

Scola quando le melanzane risultano ben dorate e asciutte. (un post sulla frittura perfetta arriverà a breve...)

parmigiana 2

 

Assembla la parmigiana di melanzana. Ungi una pirofila con del burro, coprila con la salsa di pomodoro. Aggiungi le melanzane per strati, la salsa di pomodoro, il parmigiano e la scamorza affettata. Procedi fino ad esaurimento ingredienti.

parmigiana 3

 

Procedi per gli altri strati di melanzane come sopra, e condisci la superficie solo con un velo di salsa e abbondante parmigiano. Se vuoi aggiungi del basilico.

Metti in forno per 1 ora a 220 gradi.

parmigiana 4

Lascia riposare almeno 20 minuti prima di servire.