Focaccia di grano arso con pomodorini gialli

Ci sono post a cui vorrei dedicare piu’ tempo e quando mi riprometto di dare piu’ attenzione ad una ricetta  inevitabilmente quel post tarda ad arrivare. E’ il caso di questa focaccia di grano arso: una focaccia nera, dal sapore incenerito e da una magia di contrasti cromatici.

Faccio un passo indietro e non nascondo che sono stata sensibilmente influenzata dal tema scelto – il grano arso – per la seconda edizione del Festival di strada “Libando, Viaggiare mangiando” appena conclusosi a Foggia. Alcuni approfondimenti qui di Luciano Pignataro, qui di Gianni Ferramosca.

focaccia di grano arso 4

Un tema che cade lontano nel tempo, che fissa una tappa storica e culturale, rientrando
appieno nella tradizione gastronomica pugliese. Il grano arso era cibo dei poveri, di quella gente che raccoglieva spighe di grano dopo la mietitura e  dopo che le stoppie erano state bruciate. Quelle spighe di grano erano sfuggite al raccolto, ma recuperate da chi doveva acquietare lo stomaco, sfamare la famiglia; da quelle spighe veniva ricavata una farina nera, grezza, polverosa.

Ho sentito spesse volte questi racconti, li ascoltavo distratta pensando che appartenessero solo al passato, che fossero lontano anni luce da me, che non mi riguardassero. Nonno mi raccontava spesso degli “spigolatori”, e me li sbatteva brutalmente in faccia quando da piccola facevo i capricci a tavola: mi ricordava che c’era gente disposta a mangiare grano bruciato, pur di mangiare.

Oggi nonno avrebbe sorriso vedendomi alle prese con la farina di grano arso.

focaccia di grano arso 1

Mi avrebbe detto che non si scherza con la fame, che non si schernisce il passato.

In parte ha ragione, in parte leggo una rivincita del grano arso come riscatto di quella gente che lo mangiava. Oggi, grazie a loro, è attraente piu’ che mai e grazie a loro, potrò vedere quella gente con un volto soddisfatto e fiero di aver anticipato quelli che noi oggi chiameremmo solo trend

focaccia di grano arso 3

Ritorno alla ricetta e vi anticipo che la preparazione è di quelle un pò lunghe, prevede dei tempi di “riposo” utili a rendere elastico l’impasto, gonfio e altamente digeribile per una focaccia di grano arso alta, morbida, resa eccezionale dal retrogusto quasi incenerito cui fa da contrappunto la dolcezza del pomodorino e l’acidità delle olive, a completare la fragranza tutta mediterranea dell’origano. Che dite, vi ho convinto?!focaccia di grano arso 5

Ingredienti

400 gr di farina

100 gr di semola rimacinata fine

100 gr farina di grano arso

1/2 bustina di lievito disidratato

1/2 cucchiaio di sale

1 cucchiaio raso di zucchero

3 cucchiai di olio

300/350 ml di acqua

per condire: pomodorini gialli, olive verdi denocciolate, sale grosso, olio, origano

Preparazione

In una ciotola capiente unisci la farina e la semola, aggiungi il lievito disidratato e mescola.

Sciogli il sale nell’acqua e aggiungila alle farine lavorando dapprima con un mestolo di legno. Quando l’impasto appare stracciato aggiungi lo zucchero e versa a pioggia la farina di grano arso. Aggiungi pure l’olio e comincia ad impastare sollevando e rivoltando l’impasto con la mano, fino a quando quest’ultimo tende a staccarsi dalle pareti della ciotola. L’impasto risulta abbastanza molle.

Cola da un’oliera un filo di olio lungo i bordi della ciotola, copri con pellicola trasparente e metti in frigo a lievitare per 7 ore. Tira fuori dal frigorifero, porta l’impasto a temperatura ambiente.

Dividi l’impasto in due teglie del diametro di 28/30 cm unte con dell’olio e stendi con le mani in maniera uniforme. Sistema i pomodorini tagliati a metà, aggiungi le olive, spolvera sale grosso, e versa abbondante olio, aggiungi l’origano e lascia riposare prima di infornare.
Metti in forno preriscaldato a 200 gradi per 30 minuti.

…non è finita, inforna l’altra! 😉

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...