Campanelle o scarcelle?

scarcelle 4

Auguro a tutti di sentire il suono della campanella: tintinnante, allegro e brioso e vi auguro delle buone feste!

Premetto. Non sono le scarcelle nella loro forma tradizionale e vi spiego il perchè.

1.  la scarcella non è tipica della mia tradizione famigliare

2.  non tutti i pugliesi conoscono cosa è una scarcella (apro un grosso varco in fatto di tradizioni gastro-popolari)

3. le tradizioni vanno riconosciute, conservate, ma anche rinnovate.

Detto ciò, mi sono ampiamente ispirata ad una foodblogger pugliese Queen’s Kitchen e ho fatto le mie scarcelle a forma di campana, glassate all’acqua, profumate al limone e superbuone.

Quest’anno ho voluto contribuire anch’io ai dolci di Pasqua (di solito li prepara mamma e l’ho spiegato qui) con questa bella novità e ringrazio di cuore Annalisa per questa bellissima ricetta. La ricetta delle scarcelle è entrata di ruolo a casa, a riprova che in alcune parti della Puglia non conosciamo o meglio non conoscevamo le scarcelle.

Sicuramente, forme originarie di scarcella erano dei biscottoni a forma di “pupa” ovvero di bambola decorate con un uovo, che mia nonna raccontava, ma avrei dovuto approndire meglio.

Se qualcuno sa, batta un colpo!

Se hanno convinto mio fratello, possono convincere tutti!

Ingredienti

500 gr di farina

130 gr di zucchero

2 uova

1/2 bustina di lievito

1 bicchierino di limoncello

1 limone (scorza)

latte q.b.

Per la glassa

250 gr di zucchero al velo

4 cucchiai di acqua calda

colorante alimentare

succo di limone qualche goccia

codette e confettini colorati.

scarcelle 1

scarcelle 2

scarcelle 3

scarcelle 5

Preparazione

Versa in una boule la farina e lo zucchero, aggiungi l’olio e amalgama velocemente. Inserisci tutti gli altri ingredienti, mescola e forma un panetto spostandolo e lavorandolo su una spianatoia.

Il risultato è una pasta dall’ aspetto un pò grezzo.

Lascia riposare per 30/40 minuti.

Riprendi l’impasto, dividilo in due e stendilo in una sfoglia di 5 mm di spessore.

Infarina un tagliabiscotti e ricava le campanelle.

Sposta le campanelle ottenute su una teglia rivestita di cartaforno, distanziandole un pò e metti in forno per 15 minuti a 160 gradi.

Sforna, metti le campanelle su una gratella e lascia raffreddare.

Questa ricetta è utile per 2 teglie.

Prepara la glassa.

In una ciotola versa lo zucchero, crea un buco e al centro aggiungi l’acqua e qualche goccia di succo di limone. Amalgama con una forchetta fino a formare una consistenza densa. Aggiungi il colorante alimentare.

Glassa le campanelle con l’aiuto di un pennello da cucina e decora con confettini colorati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...