Krapfen (modello burda)

Ufficialmente il Carnevale comincia il 17 gennaio e si conclude non so mai bene quando!

Quest’anno Elsa (la mia nipotina si è travestita dalla principessa del ghiaccio) mi ha ricordato che il vero Carnevale era alle porte.

krapfen blog

Per me il Carnevale fa rima con chiacchiere. Le chiacchiere di mia madre. Le stesse chiacchiere che ho conosciuto da piccolissima. Quelle chiacchiere, che ho portato, controvoglia, a scuola. Avrei tanto preferito comprare una crostata della Montebovi o un’aranciata senza nome. La  mia mamma era soddisfatta. Mi diceva apprezzeranno. E infatti tutti apprezzavano. Ed io non capivo. Sembrava che lei fosse passata di là a raccomandare i suoi bei vassoi, carichi di quei dolcetti annodati, cosparsi di zucchero con il solo odore di cannella, friabili a rompersi tra le mani.

Ma oggi non scriverò la ricetta delle chiacchiere.

Con gli anni al Carnevale si è aggiunta una nuova ricetta.

La ricetta delle krapfen. Una ricetta del febbraio 1985.

Anche lei è la stessa, non conosce variazioni. Non è stata mai trascritta. Vive ancora su un foglio consumato di un giornale da sarta, Burda Moden 2/85.

Quest’anno abbiamo deciso di non prepararle, ma di presentarle attraverso le pagine del mio blog. E’ lo stesso, è come se le avessimo preparate. La ricetta delle krapfen.

Ingredienti

  • 500 gr di farina
  • 1 bustina di lievito di birra disidratato
  • 2 tuorli
  • 2 cucchiai da tavola colmi di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • scorza di limone (o aroma)
  • 50 gr di burro o margarina
  • 1/3 di litro scarso di latte tiepido

olio di arachidi per friggere, confettura a piacere, zucchero per guarnire

Preparazione

Unire tutti gli ingredienti e lavorare la pasta energicamente. Coprire la pasta con un tovagliolo e lasciarla lievitare per 30 minuti in un luogo caldo.

Spianare la pasta ad uno spessore di 2 cm. Con un bicchiere del diametro di 5 cm ricavare tanti dischi. Lasciar lievitare questi dischi per altri 30 minuti.

Friggere i krapfen in olio alla temperatura di 175 gradi per 3 minuti su ogni lato.

Versare della marmellata in una siringa da pasticcere e farcire i krapfen. Cospargere con lo zucchero semolato o al velo.

Annunci

2 thoughts on “Krapfen (modello burda)

  1. Carissima Michela,
    non so se, ricordando i giorni meravigliosi della tua fanciullezza, della delicatezza della tua mamma e della bontà delle sue chiacchiere carnevalesche, sei stata più dolce tu o i tuoi Krapfen, modello Burda.
    Sono sicuramente da preparare e provare, per la loro semplicità di preparazione e per la golosità che offriranno.
    Vale sempre la pena, ricordare i momenti belli del passato, l’amore di mamma e riconoscere la tua sensibilità nel riproporre il tutto.
    Sei brava anche per questo e ti apprezzo per le tue bellissime doti di blogger di gran cuore e nobile anima!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...