Si scrive gateau, si legge gattò, di patate!

 

Sono figlia degli anni 80 e per questo sono cresciuta con il gattò di patate. Da sempre divisa se chiamarlo con doppia t o pronunciarlo alla maniera più sofisticata con una sola consonante. Cambia tutto! Si, perchè pronunciato all’italiana il gattò diventa più mappazzone, alla francesce acquista subito unnonsoche..non trovate?

Comunque, nomi a parte, la sostanza non cambia!

Il gattò di patate è un ricco e sostanzioso piatto che fa impazzire grandi e bambini.

Caduto in disuso negli ultimi anni nella versione sformato, viene presentato per lo più in miniporzioni. Io lo preferisco nella sua versione originale: una generosa teglia di purea di patate, extracondite, fumante e filante, da suddividere in porzioni per poi litigarsi il pezzo più grande!;)

gattò di patate michelotta

Era da tempo che non preparavo il gattò di patate, una ricetta perfetta per accompagnare le prime giornate fredde con un pò di coccole, insomma un ideale comfortfood.

La ricetta del gattò di patate è utile per una teglia grande: un ricco piatto unico da regalarsi, morbido e gustoso.

Prima di cominciare:

1. Scegli patate vecchie (e quindi asciutte).
2. Schiaccia le patate quando sono ancora calde (per evitare grumi).
3. Versa il composto in una teglia ben imburrata e cosparsa di pangrattato.
4. E’ importante che si formi una crosticina sul fondo e in superficie!

INGREDIENTI PER IL GATTO DI PATATE

  • 1, 2 Kg di patate
  • 2 uova
  • sale, noce moscata q.b
  • burro q.b.
  • 250 gr di prosciutto cotto
  • pangrattato q.b.
  • 350 gr di scamorza dolce (o affumicata)
  • 50 gr di parmigiano grattugiato

PREPARAZIONE

  • Metti a cuocere le patate. Dal momento del bollore calcola 30 minuti (a seconda della grandezza, verifica comunque con uno stuzzicadenti).
  • Scola le patate, pelale e passale allo schiacciapatate versandole direttamente in una boule capiente.
  • Spezzetta il prosciutto cotto, taglia a dadini la scamorza e tieni da parte.
  • In una ciotolina batti leggermente due uova e tieni da parte.
  •  Aggiungi le uova, mescola, metti pure il parmigiano. Regola di sale e aggiungi la noce moscata grattugiata al momento.
  • Incorpora il prosciutto cotto e la scamorza e amalgama bene.
  • Imburra una pirofila e cospargi con il pangrattato. Trasferisci il composto  all’interno della teglia livellandolo. Cospargi la superficie con altro pangrattato e fiocchetti di burro.
  • Metti in forno a 220 per mezz’ora.
  • Sforna lascia intiepidire per almeno 10 minuti e poi servi.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...