Tempi duri per vegetariani e vegani

Il web non finisce di stupirci e accanto a siti e blog specializzati sulla cucina naturale prima, su quella vegetariana dopo  e per concludere su quella vegana, tutto giunge ad una amara “conclusione” ovvero “vegetariani e vegani non esistono”.

Ho appreso la notizia dal blog dissapore.com:  nel campo della notizia una sola immagine, significativa, a fronte di  un corpus di parole veramente scarno, della serie “ a buon intenditor poche parole”!

C’è poco da gioire per vegetariani e vegani che avevano raggiunto una certa tranquillità nel consumo degli alimenti con la nascita di linee specifiche  vegan free,  ma loro sono a conoscenza di quanti  altri prodotti vengono “confezionati” con parti di origini animale?

Certo, nell’immaginario collettivo pensiamo  ai “vegans”  come ossessi  e abili lettori di etichetta, ma siamo e  “sono” certi che quel codice sia cosi trasparente e che quei numeri e quella infilzata di nomi non nascondano  sostanze riferibili ad animali?

Pensavo fosse riferito solo al povero suino il detto “del maiale non si butta via niente”, ma questa volta ad accusare i colpi è il bovino. Guardando  quest’immagine è impressionante la mole di cose “fabbricate” con gli scarti del macello: dai prodotti cosmetici a quelli alimentari (fa un po’ senso pensare che nelle miscele per torte ci sia sangue bovino), dagli strumenti musicali ai fertilizzanti e ancora dai prodotti per la pulizia casalinga fino ad arrivare alla fabbricazione di esplosivi e fuochi di artificio, questo elenco non è conclusivo, ma divisi per  “organi” sono menzionati  tanti altri prodotti.

Sarebbe veramente arduo eludere dalla propria lista cosi tante cose,  di certo se il mercato lo richiederà nasceranno tantissime offerte di prodotti vegan free sul modello di realtà già note come quelle per i cosmetici o  accessori per strumenti musicali, ma come  controllare se il piastrellista utilizza uno stucco vegan free  e  come definire se “gustare” i botti di fine anno? Di certo, quello che resta è un po’ d’amaro in bocca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...