CarcioFrolla

Di solito le alternanze culinarie dolce/salato si propongono a Carnevale, prendo a prestito il concetto e lo trasferisco alla “Carciofrolla”: una deliziosa frolla, salata, con ripieno di carciofi e mozzarella. Proposta come una quiche, una volta raffreddata va tagliata a spicchi e…gustata!

Ingredienti (teglia da 24 cm di diametro)

250 gr di farina 00
125 gr di burro a pezzetti freddo
1 uovo intero
1 tuorlo
Sale q.b.

Per il ripieno
6 carciofi
200 gr di scamorza passita
1 uovo
Sale q.b.
1 limone
70 ml di latte
un pizzico di noce moscata
1 cucchiaio di parmigiano

Preparazione

Come fare la frolla. Distribuisci su un piano di lavoro la farina a fontana: metti all’interno il burro, le uova e un pizzico di sale. Lavora velocemente l’impasto, forma una palla, avvolgila in un foglio di pellicola trasparente e lascia riposare in frigo per mezz’ora.

Togli le foglie più esterne e dure ai carciofi e immergili in una bacinella con il succo di un limone per evitare che anneriscano. Poi taglia i carciofi: dividili prima a metà e poi in altri 4-5 spicchietti.
Cuoci i carciofi in una padella per circa 10 minuti aggiungendo un mestolo di acqua calda, copri con un coperchio.
Quando il liquido di cottura sarà assorbito, metti qualche cucchiaio di olio e uno spicchio di aglio, una presa di sale e fai saltare, trasferisci i carciofi in una ciotola e lascia raffreddare, elimina lo spicchi d’aglio.

Stendi l’impasto in una sfoglia rotonda, trasferiscila in uno stampo ricoperto con un foglio di carta forno, fai aderire la pasta di qualche centimetro lungo le pareti della teglia e ritaglia con una rotella la pasta in eccesso.
Prendi la ciotola dove hai messo i carciofi, aggiungi la scamorza ridotta a pezzettini e una grattugiata di noce moscata, mescola con un cucchiaio. Versa il ripieno sulla “frolla salata”, rovescia il bordo a formare il cordoncino della quiche. In un piatto sbatti un uovo intero, il latte, il parmigiano e versalo sul ripieno della “carcioFrolla” distribuendolo uniformemente.

Cuoci in forno caldo a 180 gradi per 40 minuti.

Il mio consiglio…se non riesci a stendere la sfoglia direttamente sulla spianatoia, aiutati con un foglio di carta forno: utilizzi lo stesso anche per la cottura.
La frolla salata prevede lo stesso procedimento di impasto di una classica frolla: la lavorazione deve essere breve, il giusto che serve a formare una palla omogenea.
Lascia intiepidire la carcioFrolla e tienila lontano da sguardi indesiderati…è veramente buona, parola di
Michelotta!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...